BLOG

Parodontite: Il Nemico n 2 (Di due)

Cosa è la parodontite 
quale è la cura della parodontite 

si cura la parodontite con il laser  nosurprise

Cosa è la parodontite?
Qual è la cura della parodontite?
Si cura la parodontite con il LASER ? 

E' talmente comune che i suoi sintomi sono sottovalutati quasi sempre. Due generazioni fa i suoi effetti mutilanti erano considerati da tutti la norma: Invecchiando vengono le rughe, cadono i capelli, i peli diventano bianchi ed i denti "CADONO" no. Questo per i nati nei primi del 900 era normale. (!!!)

Oggi no! Tutti noi vogliamo invecchiare con i nostri denti solidi e sani in bocca.
Quindi tutti noi vogliamo evitare questa malattia che è LA CAUSA PRINCIPALE DELLA PERDITA dei denti ancora oggi.
Quindi l' argomento è importante, vero?
E' il nemico numero due solo perchè inizia più tardi: mentre la carie ci colpisce già da piccoli, questa malattia è tipica dell' età adulta.
Pare che quasi l' 11% della popolazione mondiale ne soffra in modo molto grave e, se si considerano anche le forme più lievi ed iniziali, in Italia la percentuale di persone che ne soffrono sale addiritturra al 60%

CHE COSA E' LA PARODONTITE??
La Parodontite cronica dell' adulto è una malattia che coinvolge tutti i tessuti attorno al dente: gengive, legamento tra dente e osso, osso stesso.
Il meccanismo è molto semplice: Quando la quantità di batteri tra dente e gengiva supera un determinato livello, nel fondo del solco gengivale si crea un ecosistema che favorisce la selezione di specie particolarmente patogene.
Queste, rilasciando particolari tossine, attivano il processo infiammatorio che crea gonfiore e facilità di sanguinamento della gengiva (Gengivite). Guarda la foto in alto a destra! 
Con il perdurare di questa infiammazione l' infezione si approfondisce e per proteggersi dai batteri, inizia il riassorbimento dell' osso vicino alla fonte batterica.
Qui la SUSCETTIBILITA PERSONALE, abitudini come IL FUMO, condizioni metaboliche come il DIABETE, "modulano" la velocità di allontanamento dell' osso dal dente, ed ecco che ad alcuni più , ad alcuni meno velocemente, la presenza di placca tra dente e gengiva fa allontanare i tessuti di supporto dal nostro dente.
La retrazione dell' osso genera le "tasche" gengivali che se diventano profonde aumentano in modo iperbolico la quantità di batteri patogeni presenti attorno ai denti e accelerano la malattia.

COME ESSERE CERTI DI NON AVERE QUESTA MALATTIA?

La sintomatologia è davvero minima. Essendo cronica ai sintomi ci si abiutua ed ecco che una situazione iniziale che poteva essere controllata benissimo, come vedremo, diventa grave e comporta la perdita di denti.

Quindi attenzione ai primi sintomi!

-- La gengiva sanguina facilmente. Se prendiamo lo spazzolino e grattiamo forte in alcune zone, sentiamo bruciare e ESCE SANGUE.

-- Questo "sanguinamento al sondaggio" è ancora più presente se cerchiamo di infilare scovolini o anche stuzzicadenti tra i molari


Questo è IL sintomo principale, talmente correlato alla parodontite, che negli articoli scientifici il "Bleeding on Probing" (BOP) viene misurato e utilizzato per valutare i risultati delle terapie.
In questo sito trovi un semplice TEST da fare a casa per capire se potresti avere gengivite. Prova ora!
Altri segni tipici, ma meno specifici e precoci,  sono l' alitosi, l' allungamento dei denti, l' apertura di spazi per aumentata mobilità.

Ovviamente il modo GIUSTO per essere tranquilli, è farsi controllare da un dentista esperto. Chiama Ora!  o chiedimi info via messenger 

COME SI CURA LA PARODONTITE?

Visto che in Italia abbiamo una delle Società di Parodontologia più stimate e attive nel mondo (SIdP), noi clinici che ci occupiamo di cura delle gengive non possiamo che seguirne le linee guida. Questo è lo schema di cura che viene seguito nello STUDIO:

DIAGNOSI PRECOCE: A ogni paziente, ad ogni visita,  viene verificata la presenza di Sanguinamento (BOP) e di tasche.

TERAPIA CAUSALE: Eliminazione di ciò che nasconde e protegge i batteri (tartaro, malposizioni, irregolarità di protesi) e ISTRUZIONE ad una corretta igiene orale.
La CAUSA, ti ricordo, sono i BATTERI e potrai controllarne la presenza con una igiene efficace a casa.

Per far si che le specie patogene non siano presenti, è NECESSARIO rimuovere tutta la placca dappertutto, ogni giorno.

RIVALUTAZIONE: Serve per capire se i danni causati dagli anni di infezione sono tali da non permettere una igiene corretta dappertutto. In tal caso esistono diverse tecniche chirurgiche atte a ricreare una architettura gengivale detergibile e mantenibile.

In fondo a questo POST, troverai un video. E' un nuovo progetto che continuerai a vedere se diventerai un FOLLOWER, seguirai il CANALE YOUTUBE o la mia pagina Facebook!
Sarà una serie di video che ti guideranno verso una igiene orale perfetta. 
Se non vuoi perderti i prossimi articoli, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Domande Frequenti:

D: Se vengo a fare detartrasi ogni tre mesi? Ogni mese? 
R: La detartrasi ben fatta è necessaria, per PERMETTERE UNA IGIENE casalinga efficace. Quello che fa guarire, quello che toglie la CAUSA, sono le manovre efficaci quotidiane

D: Mia madre ha perso tutti i denti per la piorrea, li perderò anche io.
R: La famigliarità è indice di piossibile "suscettibilità", non è un destino. Essendo suscettibile, dovrai rimuovere accuratamente la CAUSA, la PLACCA, sapendo che tolta quella, OGNI malattia parodontale si arresta.

D: Se invece di avere una igiene perfetta a casa usassimo il LASER?
R: Curare la Parodontite con il LASER purtroppo non si può. Molti lo pubblicizzano, rasentando la pubblicità ingannevole, ma in verità (i più seri) propongono la terapia classica, e IN AGGIUNTA usano il LASER wink. Il laser è una fonte di energia termica estremamente precisa e puntuale. Come bruciare i batteri senza rovinare osso e legamento? Oggi è impossibile, considerando che le cellule umane sono MOLTO più delicate dei batteri! Leggi con attenzione questo comunicato stampa SIdP, se pensi che il LASER curi le gengive!

D: Se invece di curare i denti mettessimo gli Impianti?
R: Le stesse attenzioni al controllo di placca saranno necessarie per far durare gli impianti, anche essi sensibili ai medesimi patogeni. E' SBAGLIATO mettere impianti senza prima aver curato la parodontite.

D: Devo smettere di fumare?
R: Il forte fumatore subisce degli effetti dell' infezione due - tre volte più rapidi del non fumatore. Un fumatore dovrà essere ancora più meticoloso nell' igiene a casa e si dovrà aspettare una guarigione meno ottimale. E' raccomandato un miglioramento degli stili di vita.

D: E' vero che chi ha malattia parodontale rischia DIABETE?
R: Il diabete e la Parodontite sono correlati: IN PRESENZA DI BATTERI il diabetico perde osso più velocemente, e la presenza di parodontite cronica aumenta il rischio di insorgenza di diabete. 

IGIENE ORALE PERFETTA, monitoraggio continuo, cure di un dentista esperto, permettono oggi di combattere molto efficacemente la Parodontite. Gli Impianti li metterai SOLO per i denti persi e anche loro troveranno una bocca sana!


VIDEO presentazione PROGETTO "LAVA I DENTI CON ME"

ALTRI VIDEO su MALATTIA PARODONTALE E TECNICHE DI IGIENE


Per qualsiasi domanda puoi scrivere direttamente al dott. Bosco, sarà felice di aiutarti. 

Che argomento vorresti trovare trattato nel BLOG prossimamente? Dai il tuo contributo cliccando qui!



 

Carie: nemico n1 (di due)

La CARIE, lo sappiamo tutti, è il nemico n° 1 della nostra bocca.
In un prossimo articolo parlerò della prevenzione della PARODONTITE CRONICA dell' adulto. Il secondo nemico del nostro sorriso!
La carie è il n° uno , perchè inizia per primo. L' età in cui avanza più velocemente infatti è la fanciullezza: da quando nascono i denti, sono soggetti al rischio di carie.
Nell' età adulta poi la carie diventa molto meno rapida, per poi accelerare nell' età della "pensione". Come mai?
Perchè sono le età in cui più frequentemente avviene un tipo di alimentazione ESTREMAMENTE cariogena. Per questo ho scritto questo post.

PREVENIRE LA CARIE EVITANDO ERRORI ALIMENTARI
 
GOAL: "Ridurre il NUMERO delle assunzioni di alimenti contenenti zuccheri liberi."
Ogni assunzione anche minima di zuccheri ci porta a 20 minuti di azione cariosa dei batteri in bocca. Quindi meglio tanto dolce una volta sola che un pezzettino di biscotto ogni 10 minuti!
Capita sovente di trovare un aumento "inspiegato" di azione cariosa in adulti in pensione, che da un controllo all' altro (6 mesi) , si vedono diagnosticare lesioni cariose, a volte estremamente gravi.
Ricordiamo che anche un dente coperto da una preziosa corona in ceramica può essere soggetto a carie destruente, nel margine tra manufatto e radice!
Ogni volta si trova la ragione: Il paziente, senza pensare di danneggiarsi in quel modo, ha iniziato per mesi ad avere l' "abitudine" di assumere ripetutamente, tutti i giorni, un alimento o una bevanda cariogena: la caramellina balsamica, la "pasticca del re sole", il succo di mela, il cioccolatino o anche la frutta prima di dormire, la tisana con il miele...... L'elenco potrebbe essere infinito.
Ma l' effetto è irreversibile: la carie BISOGNA prevenirla! E correggere gli errori è una cosa fondamentale!
Non è mai l' assunzione sporadica di zuccheri la causa: per ottenere carie veloci, bisogna avere abitudini sbagliate quotidiane: Intercettiamole assieme!
Seguendo questi consigli sapremo anche guidare i nostri figli e nipoti per evitar loro questo fastidioso problema.
Quali sono gli alimenti più pericolosi?
Lo sanno tutti: lo zucchero fa male. Ma spesso si sottovaluta che piccolissime dosi ripetute fanno molto più male ai denti di poche grosse somministrazioni di dolci!
Prima di dormire è il momento più pericoloso: i residui restano ore in bocca e il lavaggio protettivo della saliva si riduce. 
Attenzione quindi a:
-- Miele, magari sciolto nella benefica tisana, nella camomilla, nel tea
-- Caffè zuccherato
-- Frutta, compresi agrumi, mele, limoni, uva ecc
-- Succhi di frutta,
-- Bevande gassate non sugarfree, (cocacola, aranciata, succhi di frutta ecc)
-- Caramelline balsamiche
-- Mentine, anche piccolissime
-- Succo di mela
  -Biscotti
-- Merendine
-- Latte con cacao o miele (il latte da solo va bene)
-- Frutta secca (uvetta, fichi, datteri)
Masticare chewing-gum con xilitolo (sugarfree) può aiutare a eliminare velocemente residui di alimenti cariogeni. E' un valido aiuto per rimuovere velocemente detriti, se non si ha lo spazzolino.
  Per i bambini, abituatii a leggere le etichette ed evitare prima del riposo, bevande contenenti GLUCOSIO, FRUTTOSIO, SACCAROSIO e MALTOSIO.
Sono molte le tisane solubili "fatte apposta per bambini" che ne contengono incredibilmente in grande quantità.
E' buona cosa abituarli fin da piccolissimi: almeno mezz'ora dopo cena lavare bene i dentini. Dopodichè SOLO latte! Succhi, latte-biscotti, tisane ecc: SOLO AL MATTINO.
Sono sicuri gli alimenti dolcificati con aspartame e xilitolo.
Il fruttosio è cariogeno, quindi lo sono anche la frutta e il miele!

Attenzione che la scritta "senza zuccheri aggiunti" a volte può ingannare. Magari poi leggi "dolcificato con succo di uva" no
....è ovviamente impossibile elencare tutti i possibili modi di assumere zuccheri liberi. Devi analizzare la tua dieta abituale con attenzione, specie nei "fuoripasto".
Se hai scoperto di avere l' abitudine di avere spesso in bocca uno specifico alimento o se temi che tuo figlio abbia abitudini sbagliate chiedi per telefono (0184530798) o per email al dott. Bosco se questo può essere dannoso per il sorriso!
   

Una cosa da fare, sovente, è un TEST DI AUTODIAGNOSI, per cercare di capire se ci sono carie! Prova a farlo subito!
Oppure, meglio: prenota una visita con la DIAGNOCAM, la telecamera - laser che individua le carie apena esse si formano! Oltre ai consigli personalizzati, avrai la sicurezza di non avere carie attive!

Nel prossimo articolo tratterò l' argomento "parodontite cronica dell' adulto". Già ti anticipo che quella.. si controlla con una igiene perfetta. Inizia ad approfondire leggendo qui!
E se vuoi scoprire se potresti essere soggetto alla malattia parodontale.. fai subito il TEST

A presto!

Se non vuoi perderti i prossimi articoli, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Togliamo tutto e mettiamo impianti?? :\

Dente o Impianto?
L' implantologia funziona benissimo! E' un ottimo sistema per sostituire denti PERSI, ma toglierli in anticipo per mettere impianti ha senso?
Quando un dente è perso? 
Oggi si leggono sempre più "offerte" di riabilitazioni su impianti! Sembra di fare un affare, nel farsi togliere denti e farsi avvitare impianti che sorreggono una protesi spesso (haimè) in resina che ricorda più una dentiera, anche se fissa,  piutosto che dei denti veri! In effetti un affare spesso è.. ma per chi? 
La posizione scientifica internazionale oggi è chiara. Il vero risparmio in salute ed economico lo si fa facendosi durare i propri denti.
E se i denti hanno perso osso per "piorrea"? 
Vi riassumo la posizione della ricerca scientifica attuale, che potrete leggere cercando le "raccomandazioni cliniche ministeriali 2017", con un elenco di "FALSE VERITA".

1) La piorrea non si cura!
[  ] Vero    [ X ] Falso
La Parodontite Cronica dell adulto (si chiama così) è una infezione lenta e locale (magari agisce nel molare destro , ma non nel canino in alto a sinistra), molto diffusa e molto insidiosa, poichè praticamente asintomatica. Si può e si DEVE curare, modificando i fattori che la CAUSANO e facendosi controllare spesso da un Odontoiatra competente. La cura generalmente non è costosa ed è molto efficace.

2) I denti che hanno perso osso continueranno a perderlo!
[  ] Vero    [ X ] Falso
Rimuovendo le cause che la sostengono, la malattia parodontale si arresta. Questo è noto nell' odontoiatria da decenni! Ed è anche stato dimostrato che denti che hanno perso META' del loro osso di supporto, SE ben curati, possono avere una speranza di anni di durata anche maggiore, statisticamente, della speranza di vita degli impianti! :O 

3) Se c'è tasca gengivale il dente è da togliere!
[  ] Vero    [ X ] Falso
La tasca gengivale è l' effetto di anni di malattia parodontale attiva in uno specifico sito. Superata una certa profondità, 5 mm, la tasca stessa diventa un fattore che accelera e sostiene l'infezione.
La tasca va eliminata e ci sono diverse tecniche efficacissime per farlo: il dente può durare ancora decenni.

4) L' impianto dura tutta la vita!
[  ] Vero    [ X ] Falso
Questa è una affermazione totalmente ingannevole! La letteratura medica è oggi concorde nel considerare la percentuale di insuccesso nel tempo degli impianti sempre più elevata. E quale è la ragione dell' insuccesso che avviene dopo 5 - 7 anni? Guardacaso esattamente la stessa malattia che avevano i denti per la quale è stata suggerita l' estrazione: la paroDONTite è diventata periIMPLANTite.
Ma se un dentista non sa gestire la parodontite e preferisce estrarre, saprà gestire la perimplantite?

5) Metto gli impianti e non ho più bisogno di dentista!
[  ] Vero    [ X ] Falso
Gli impianti, e dovrebbe anche leggersi in tutti i consensi informati, necessitano di manutenzione assidua. Come per i denti è prescritta quantomeno una visita ogni sei mesi, per intercettare la perimplantite. Quindi conviene anche in questo caso fare altrettanto per i propri denti! Farsi visitare spesso chiedendo al dentista di intercetare la parodontite.
Purtroppo la perimplantite è molto meno gestibile della parodontite! Perchè gli impianti non sono lisci come i denti, ed una volta che le spire iniziano a scoprirsi non c'è più nulla da fare. Una cosa è indiscussa: l' impianto NON soffre le carie. Ma difficilmente gli adulti perdono tutti i denti per carie...

6) Gli impianti non soffrono di malattia parodontale (piorrea)!
[  ] Vero    [ X ] Falso
L' ho già scritto sopra. La malattia cambia nome ma l' effetto è lo stesso. Nel tempo l' osso si allontana. Per questo in verità chi soffre di malattia parodontale NON DOVREBBE essere un candidato per implantologia! Le Raccomandazioni Cliniche dicono: prima si deve curare la malattia parodontale in tutta la bocca fino a vederla arrestata, poi si possono mettere impianti. Ma se si cura la parodontopatia, poi, non è meglio tenere molti denti, che hanno maggiore speranza di durata? 

7) Le protesi su impianti sono più veloci da pulire!
[  ] Vero    [ X ] Falso
Spesso la protesi "toronto", quella che viene proposta per ragioni economiche e di velocità di esecuzione, è decisamente indaginosa da tener pulita. E se non si tiene pulita, la durata degli impianti è decisamente limitata. Diciamo che il tempo necessario (2 - 3 minuti) per pulire i denti è lo stesso necessario per pulire bene le protesi su impianti. Ma se pulisci bene i denti non li perdi... e se invece preferisci toglierli e mettere impianti, sappi che lavando male anche quelli, li perderai. E poi?

8) Con gli impianti l' estetica migliora facilmente!
[  ] Vero    [ X ] Falso
Al contrario una estetica naturale è un traguardo estramamente complesso se si usano impianti. Certo, se si toglie tutto è più facile, perchè si uniforma, si fanno le gengive finte che da lontano rendono il sorriso uniforme. Ma guardando da vicino? Se la persona con cui bevi il caffè guarda bene, spesso l' effetto è "protesi", specie quando la soluzione scelta è resina bianca e rosa, per economia. 

9) Con gli impianti si mastica meglio!
[  ] Vero    [ X ] Falso
L'impianto sopporta molto bene il carico. Per questo ne bastano 4 per riabilitare una intera arcata. Ma è indubbio che il dente da molto maggior "propriocettiva", la sensazione di posizione nello spazio e di forza esercitata dalle parti del nostro corpo. Con i denti è possibile tenere un capello o un tirare pelo senza romperlo. Provate con gli impianti!

10) Con impianti spendo meno!
[  ] Vero    [ X ] Falso
Questa è proprio FALSISSIMA!!  Certo che se paragoniamo un all-on-four (tm) in metallo vile e resina, con una riabilitazione implanto-parodontale complessa, con una finalizzazione in sola ceramica di una intera bocca, beh.... è come se si sostenesse che invece di costruire una villa disegnata per te da Renzo Piano, ti faccio risparmiare e ti faccio un bel prefabbricato standard di legno.  Sono cose troppo lontane tra loro! E se aggiustassi la tua casa non sarebbe ancor meglio, se il budget è limitato?
La realtà è che ci sono persone che si sono lasciate andare da tempo, oggi non sorridono ma fino a qualche anno fa vivevano bene. Per tornare come erano 5 - 10 anni fa, quindi con solo qualche dente in più, ma in una bocca SANA (e quindi stabilizzando la situazione) , spenderebbero MOLTO MENO di quanto gli viene offerto come affare d'oro "cavando tutti i denti" e facendo una protesi economica. Magari meno denti ma VERI e SANI. 

...Se ti hanno proposto di togliere tanti denti, CHIAMA in STUDIO (0184530798), chiedendo di prenotare una visita per "secondo parere" !!  Magari risparmi soldi e denti! Se le hai, portati le radiografie!
Oppure scrivimi qui:     

Se non vuoi perderti i prossimi articoli, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!